La gestione del talento nell’era digitale

La gestione del talento nell’era digitale


Gli investimenti in tecnologia delle imprese sono in continuo aumento, mantenendo un trend che, per il momento, non accenna a diminuire. A ciò si accompagna il parallelo progresso della concettualizzazione di migliori soluzioni di business e paradigmi di gestione delle risorse umane: la domanda di talenti digitali aumenta per coprire i nuovi posti di lavoro che vengono generati; al contempo, aumenta la domanda dei talenti digitali di nuovi modelli di lavoro.

Qualsiasi economia che aspira a essere rilevante nella nuova era digitale deve avere un’elevata capacità di generare e attrarre talenti digitali, qualsiasi azienda che opera in questo scenario dovrà decidere il suo nuovo modello di legittimazione.

Analizziamo alcuni fattori che compongono il dibattito:

  • Diversità (genere, cultura, età) come fattore strategico: i team diversi sono più potenti
    • Come aumentare, gestire e amalgamare la diversità con culture, opinioni, punti di vista ed esigenze differenti?
    • Quali sono le risposte alla sfida generazionale?
  • Lavoro a distanza:
    • Lo smart working è sia un modello organizzativo che una porta di accesso al talento globale: come competere a livello globale ea distanza?
    • È necessario che le aziende sviluppino nuovi strumenti per un’efficace gestione remota dei team e la fidelizzazione dei talenti
  • La nuova geografia:
    • Le città competono per attrarre talenti internazionali per lavorare in remoto
    • Per attrarre e trattenere i talenti, è necessario ripensare la concorrenza globale
    • Come possiamo farlo in modo che tutto ciò lasci un’eredità e un valore nella città?
  • Leadership e know-how di un’azienda
    • Il know-how è il vantaggio competitivo dell’azienda?
    • Gestire il know-how e i vantaggi che offre è fondamentale, trasmetterlo e distribuirlo tra i dipendenti per acquisire resilienza diventa un fattore distintivo
    • La formazione dei talenti è, quindi, un altro elemento da ripensare
  • Competenze digitali, hard skill e soft skill
    • Come cambia la mappa delle competenze? Quali sono i più importanti e perché?
    • La trasformazione digitale nella gestione dei talenti implica l’adozione di nuovi strumenti e metodologie gestionali guidati dalle tecnologie digitali e dalla nuova situazione di scarsità di risorse competenti, del telelavoro, della globalizzazione
  • La sfida di attrarre talenti digitali
    • Quali sono le caratteristiche principali per acquisire talenti digitali? Stipendio, flessibilità, progetto, benefit, tecnologie, cultura, ecc. sono elementi da esplorare attentamente
    • Lavorare sul Digital Employer Branding, un nuovo campo in cui i valori che guidano le aziende devono essere ripensati affinché possano “entrare in contatto” ed essere un’attrazione in più per le persone di valore.

 

È chiaro che tutto ciò che abbiamo conosciuto e realizzato fino ad oggi non è sufficiente a garantire la continuità futura, sia in ambito industriale che rispetto ai modelli di business e alla gestione delle persone. Il panorama è nuovo, ricco di sfide, ma allo stesso tempo estremamente stimolante.

Per questi motivi, che vanno connessi a fattori prettamente industriali, la Camera di Commercio Italiana di Barcellona organizza, insieme a JET, Abinsula e IED, una serie di eventi che mirano ad alimentare il dibattito attraverso relatori e moderatori altamente qualificati, con il contributo di The Collider – Mobile World Capital Barcelona, per aiutare le aziende a capire meglio come affrontare le problematiche che compongono la nuova realtà.

 

 

Vuoi approfondire l’argomento?

Contact Us